Usurpator Maximus di Diego Luci

Nato dalla penna di Diego Luci, appassionato di storia classe 1976, il romanzo Usurpatorice Maximus narra le vicende di Magno Massimo nella Roma del IV secolo. Tra sanguinose battaglie, contrasti politici, oppositori e alleati si forgia il destino di un uomo il cui nome è destinato a restare per sempre nella storia.

Usurpator Maximus di [Diego Luci]
Materiale fornito dalla CE ai fini promozionali

Un impero in disfacimento, collassato sotto il suo stesso peso.
Pelagio, educatore dei figli e della nipote di Massimo, racconta le imprese di quello che, forse a torto, è stato spesso considerato un usurpatore come tanti.
Le sue vicende familiari e personali si intrecciano con le decisioni politiche e con le conquiste militari della seconda metà del IV secolo d.C.: la campagna di Giuliano Cesare in Gallia, la rivolta di Firmo in Mauretania e il passaggio dei Goti attraverso il Danubio, fino alla scoperta che lo porterà a trasformarsi da comparsa a narratore della storia.

Diego Luci è nato nel 1976 a Piombino dove ha sempre vissuto. Si è laureato in Politica Internazionale con una tesi sulla Guerra Civile Americana, che, più tardi sarà oggetto del suo secondo romanzo “I Violatori del Blocco”. La passione per la storia e la cultura delle isole britanniche lo ha portato, infine, a scrivere una serie di romanzi sulle vicende della Britannia sul finire dell’impero Romano.

Il suo primo romanzo, che si intitola “Ambrosio Aureliano libro I” è stato solo il primo passo sulla strada che porterà, nei progetti dell’autore, a trattare l’ascesa e le imprese di Re Artù.

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.