Un’estate torrida di Katerina Diamond

Carissimi amici e lettori, ben tornati nel blog, oggi per voi una recensione a tema caldo – viste le temperature che ci sono fuori – ma soprattutto collegata agli eventi di tutto quello che accadde in un’estate a Lake District: Un’estate torrida di Katerina Diamond.

Lake District, Inghilterra.
Flick Musgrave è ormai convinta di essersi lasciata alle spalle la sua vecchia vita. Fuggita da Sidmouth, la cittadina del Devon in cui è nata, non ha mai raccontato il suo oscuro passato al marito e ai due figli.
Ma tutto cambia quando sente la notizia che proprio a Sidmouth è scomparsa una ragazza. Allora, Flick capisce subito di dover tornare nel Devon. Perché tutto questo è già accaduto. E lei ha paura che il suo incubo stia ricominciando. Sidmouth, sedici anni prima.
Jasmine sa che quest’estate sarà diversa da tutte le altre. Per il primo anno da che lei ha memoria, i suoi genitori non la porteranno con loro all’estero per collaborare ai progetti benefici di cui amano occuparsi. Ma il sogno di vacanze tranquille e rilassate di Jasmine svanisce quando arriva il nuovo inquilino della loro dépendance, Tim. Il giovane è affabile e disponibile, il pensionante modello. I suoi genitori lo adorano, ma Jasmine, benché attratta da lui, sente che Tim sta nascondendo qualcosa. E presto scoprirà che anche la persona più insospettabile può celare uno spaventoso lato oscuro.

L’estate, il caldo, le vacanze sono sinonimo di spensieratezza e relax, senza preoccupazioni e da dedicare completamente a cose frivole e divertenti. Almeno così dovrebbe essere per due adolescenti come Jasmine e Felicity e lo è, finché la loro vita tranquilla e quasi banale non viene sconvolta dalla scomparsa di una loro coetanea.

Il dramma ha inizio, l’incubo prende forma e sembra impossibile risvegliarsi, fino a quando non è possibile più restare in quella cittadina conoscendo la realtà, avendone paura e non volendo restare coinvolti per sempre.

Felicity scappa e cerca di rifarsi una nuova vita, lontano, dove nessuno la conosce e dove il passato non può inseguirla.
Per quanto ci provi, quel passato fa parte di lei, le sue scelte di vita ne sono condizionate e anche il rapporto con il marito e i figli. Ed è quasi costretta ad affrontarlo, a riviverlo, da donna matura che sembra essere invece bloccata nel tempo, fisicamente adulta ma psicologicamente ancora la stessa ragazzina che è scappata lontano.

La narrazione si alterna tra il presente vissuto da Felicity e il passato dal punto di vista di Jasmine: due amiche inseparabili, quasi sorelle, affiatate ma così diverse e agli antipodi per carattere e condizione sociale e familiare, tanto disastrata e indigente la prima, di contro perfetta e quasi irreale la seconda.

Alla fine le due storie si congiungono in maniera drammatica e il presente prende il sopravvento per portare il lettore alla conclusione, alla scoperta di ogni verità che erano state abbozzate durante i continui cambi temporali, a dare senso a ogni elemento usato per la costruzione della trama.

L’autrice si concentra ad approfondire la psicologia delle due protagoniste, ora nel passato poi nel presente, affinché il lettore riesca ad immedesimarsi in loro e a comprenderne gli ingranaggi mentali che si mettono in moto in seguito ad ogni evento che si verifica, e questo rendo la narrazione lenta e la sensazione che la storia si dilunghi senza però aggiungere elementi nuovi e significativi che possano sviluppare la storia.

Il finale comunque arriva e per quanto possa sembrare il più ovvio, invece appare affrettato e manca di dettagli che lo possano giustificare, in quanto l’autrice non ne ha inseriti in tutta la storia, anzi ha preferito dirottare il lettore verso un percorso diverso degli eventi, e quindi manca di base solide per essere accettabile.

Un’estate torrida è un thriller che non ti aspetti, quella storia che sembra voglia raccontarti della scomparsa di una ragazza, evento che è usato come stratagemma per raccontare la vera storia, il dramma interiore di Flick o Felicity, che si ritrova a dover affrontare i fantasmi del passato dal quale è scappata, ma da cui viene inesorabilmente risucchiata e costretta ad affrontarli, per essere finalmente libera di vivere.

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Alla prossima review!

Si ringrazia la Casa Editrice per l’invio della copia cartacea ai fini promozionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.