April May – Trappole mortali di Chris Greeceman: un occhio ai disegni del libro.

Carissimi amici e lettori, un nuovo mese è iniziato e non mancheranno i consigli librosi e non del blog. Quest’oggi ho deciso di iniziare da un interessante Blog Tour dedicato al libro April May – Trappole mortali di Chris Greeceman e in particolare, non solo vi svelerò qualcosa in più sul libro e l’autore, ma vi mostrerò dei disegni molto interessati che troverete all’interno del testo.

APRIL MAY TRAPPOLE MORTALI (Giallintasca Vol. 1) di [Chris Greeceman, Simone Panepinto]

Un’isola meravigliosa. Un mare cristallino. Un resort di lusso.  E il male.

La Long Publishing, casa editrice di punta degli Stati Uniti, ha un problema.
Il suo presidente Rudolph Carrington è un bastardo amato da molte, ma odiato da tutti. Con il suo carattere arrivista e arrogante ha creato attorno a sé terra bruciata, inimicandosi i suoi più diretti collaboratori e fornendo a ognuno un buon motivo per volerlo morto. 
L’idea di un meeting motivazionale dalle caratteristiche estreme fa scoppiare la crisi.
Carrington non nasconde i suoi doppi fini. La gara a ostacoli che ha messo in piedi è una banale scusa per mettere a nudo le debolezze di chi non gli piace e liberarsene senza il benestare della moglie Linda, proprietaria della casa editrice.
Ma c’è di più. Il suo vero interesse è ottenere dalla collega April May ciò che non ha mai voluto concedergli. E per averla è disposto a scendere ai più vili ricatti.
Rudolph non è però l’unico pronto a fare di tutto per ottenere i propri scopi. Qualcuno si muove da tempo nell’ombra architettando un gioco perverso, che trasformerà in un incubo il viaggio sulla splendida isola di Sadway.
Chi ha organizzato il piano di morte che incombe sui partecipanti?

Chi è Chris Greeceman?
Chris Greeceman nasce come autore il 30 agosto del 2020 con il romanzo “April May Trappole Mortali”, il primo di una serie che ha come filo conduttore le avventure di April May, una giovane donna coraggiosa e determinata con un dono molto speciale.
Chris in realtà è un autore doppio. Quattro sono le mani con cui scrive, di due autrici che hanno già pubblicato diversi romanzi. Si sono lanciate in questa avventura con la voglia di divertirsi e regalare ai lettori storie intriganti con cui passare un paio d’ore in leggerezza.


Chi è April May?
“Trappole mortali” è il primo di una serie dal titolo “Giallintasca” dedicati alle avventure della nostra protagonista April May.
April si muove in un mondo totalmente creato dalla nostra fantasia. Silent Lake è la città in cui si svolgono le sue avventure e buona parte dei personaggi del primo capitolo si ritroveranno anche nei successivi.
Di volta in volta la protagonista si troverà ad affrontare misteri e casi polizieschi, mentre attorno a lei si avvicenderanno storie d’amore, amicizia e vita familiare.
Lo stile è leggero e coinvolgente. Il genere, a metà tra il giallo e il romance.

I Disegni.
Come accennavo prima all’interno del libro ci sono degli interessanti disegni che rappresentano i personaggi della storia. Ma come sono nati? Perché? E chi li ha realizzati? Risponderò alle vostre domande tra poco… intanto ammirate questi capolavori.

Da quanto dicono le autrici tutto è iniziato con l’idea di creare delle copertine che avessero una certa continuità logica tra loro e poi un incontro fortuito e tutto ha preso una piega diversa, portando alla realizzazione di un progetto molto particolare. ⬇️⬇️⬇️

Quando abbiamo iniziato a lavorare alla serie di April May, abbiamo pensato di creare delle copertine che avessero tra loro una continuità. Ci è venuta allora in mente l’idea di fare dei disegni che rappresentassero la scena principale di ogni romanzo. Nel caso di “Trappole mortali” il ponte tibetano appeso sopra un torrente in piena. Nel secondo episodio, attualmente in lavorazione, una barca alla deriva sul lago. La fortuna ha voluto che incontrassimo Simone Panepinto, un incantevole fotografo e disegnatore per passione, che ha deciso di accompagnarci in questa avventura e con il suo lavoro ha restituito alla perfezione lo spirito delle scene.
Da lì è partito il resto. Visto che la copertina era venuta così bene, ci siamo dette: perché non dare un volto alla protagonista principale? Noi due siamo davvero molto empatiche. Non solo riusciamo a scrivere come se fossimo una persona sola, ma vediamo le immagini della storia esattamente con gli stessi occhi. E nella mente di entrambe il volto di April era molto chiaro.

Per riuscire a comunicarlo a Simone abbiamo avuto però bisogno di un riferimento esterno. Così abbiamo cercato un’attrice che si avvicinasse il più possibile alla nostra idea e quella perfetta era Julienne Moore da giovane.Simone,  trascinato da forze misteriose dentro il nostro flusso telepatico, nel giro di poche ore ha dato vita al meraviglioso disegno di April ed ecco che la nostra protagonista ha preso vita davanti a noi.
A quel punto abbiamo osato di più. Visto che c’eravamo, perché non provare a dare anche a tutti gli altri personaggi i volti che noi vedevamo così chiaramente? Detto, fatto. Con lo stesso metodo usato per April abbiamo preso dei riferimenti cinematografici, così da permettere a Simone di restituirci i personaggi come li avevamo immaginati, naturalmente con l’aggiunta della sua interpretazione artistica.
Il risultato è andato oltre le nostre aspettative, perché i personaggi disegnati sono perfetti. Per questo non temiamo di fare una violenza al lettore proponendogli delle immagini preconfezionate. Certo, quando si legge è bello farsi la propria idea sui protagonisti, ma questi disegni rispecchiano così bene i caratteri descritti nella storia, che siamo sicuri sapranno dare a chi legge una forte emozione, quando all’improvviso se li troverà tra le pagine del libro.

Che cosa ne pensate amici? E voi avete già letto il libro o avete intenzione di leggerlo?

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Al prossimo articolo!

Leave a comment…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.