È il 1977 quando Star Wars meglio conosciuto come Guerre Stellari – Episodio IV Una nuova speranza, film colossal scritto e diretto da George Lucas fa la comparsa nel mondo cinematografico internazionale. Al titolo sono seguiti altri due titoli che completano la trilogia originaria, e nel 1999 George Lucas diede vita alla trilogia prequel della serie. Passando attraverso i libri, le serie animate, altri film collegati, e una nuova trilogia il 18 Dicembre 2019 arriva finalmente l’ultimo film della serie Star Wars The rise of Skywalker, un titolo atteso dai fan come la conclusione di un lungo viaggio, un titolo che allo stesso tempo è l’inizio di una nuova avventura per i giovani adolescenti che si approcciano per la prima volta al mondo dei Jedi, dei Sith e della Forza.

Vent’anni dopo l’arrivo al cinema di Star Wars, io guardavo ammaliata la prima trilogia e fantasticavo di essere una guerriera Jedi e insieme al maestro Yoda e Obi-Wan Kenobi e di combattere e sconfiggere il malvagio Dart Fener. Ovviamente la carenza di spade laser era abbondantemente sostituita dalle mazze di spugne comprate nel periodo di carnevale.
Impossibile dimenticare quante storie la fantasia di una bambina abbia potuto creare, ma ancor più l’emozione provata nel vedere al cinema i tre film della serie prequel. Finalmente tutti i pezzi del puzzle si rimettevano al loro posto, dando conferma o smentita delle tante ipotesi che si erano pensate riguardante la vera storia di Luke e Leila.
Film che hanno conquistato il cuore di una giovane donna e stuzzicato l’interesse della lettrice, che volendo approfondire le sue conoscenze sul mondo di Star Wars ha iniziato a spaziare il suo interesse e a rivolgerlo al mondo dei libri, delle serie tv e di tutto il background correlato e creato insieme al film cinematografico.

E poi con l’arrivo della terza trilogia, mi aspettavo di riprovare le stesse emozioni, amplificate, consapevole di sapere molto di più del mondo di Star Wars e dei suoi personaggi, di assistere ad un’avventura spettacolare sul grande schermo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.