LOADING

Type to search

Quella bestia di mio padre di Nunzia Alemanno

Carissimi lettori, come state? Pronti al secondo round di vacanze e ponti? E vi ricordo sempre che se non sapete cosa fare per passare il tempo, una soluzione potrebbe essere la lettura. Oggi vi parlo del libro di Nunzia Alemanno, che ho letto in questi giorni. Alla prossima!

Quella Bestia di Mio Padre: Paranormal thriller | Urban fantasy |  L'inferno e i suoi demoni più feroci (Venator) di [Alemanno, Nunzia]
Copia digitale fornita dall’Autrice ai fini promozionali

Scheda Tecnica del Libro 📑📑📑

  • Titolo: Quella bestia di mio padre
  • Autrice: Nunzia Alemanno
  • Editore: Self Publishing
  • Data di Pubblicazione: 1 Dicembre 2018
  • Genere: Paranormal Thriller
  • Pagine: 280
  • Prezzo:
    • e – Book 3,99€
    • Cartaceo 14,90€
    • Kindle Unlimited Gratis
  • Disponibilità: Amazon

Trama del Libro 📚📚📚

Mike e Alex, padre e figlio. Un rapporto complicato.
Elena, la moglie di Mike, viene trovata barbaramente assassinata nella camera da letto in cui aveva avuto un violento litigio col marito solo poche ore prima.
Lo stesso Alex sorprende suo padre sulla scena del delitto, un omicidio che gli organi inquirenti avrebbero attribuito a Mike se non fosse che il corpo di Elena risultava visibilmente dilaniato da una bestia feroce.
L’innocenza di Mike non convincerà mai suo figlio, soprattutto quando Alex, anni dopo, scoprirà che suo padre aveva mentito alla polizia nonostante la sua innocenza.
Perché? Cosa nasconde Mike? Sullo sfondo del litorale romano si dipana una storia che ha dell’incredibile, con radici che risalgono a molti secoli prima e che coinvolge la Santa Sede.
Un Ordine segreto della Chiesa, infatti, dopo cinquecento anni di letargo, si riattiverà per dare la caccia a chi è tornato.

Recensione del Blog 🖋 📝 💻

L’autrice Nunzia Alemanno non è una principiante, prima de Quella bestia di mio padre ha già all’attivo una trilogia fantastica e con questo titolo sbarca in un nuovo genere: il paranormal thriller.
Ha fatto una scelta molto coraggiosa, decidendo di inventare una storia in cui sono coinvolti demoni, strega, cacciatori e ordini segreti della Chiesa, in quanto molte persone non ci credono e trovano ridicoli certi argomenti o viceversa ci credono fin troppo e possono prendere spunto per “copiare” certe mostruosità e fare del male agli altri.
Ovviamente qui l’autrice non ha il compito di istigare nessuna delle due fazioni, ma semplicemente di creare un’ambientazione e dei retroscena alla sua storia.
Detto questo parliamo del libro!

La storia è sicuramente indirizzata ad un pubblico giovane, che si approccia al genere e ne rimane sicuramente affascinato dei segreti, dai mostri, dalla lotta del bene contro il male, in quell’età particolare in cui non si comprende a fondo la realtà e si crede solo a quello che si vede con i propri occhi, in cui non si è ancora scoperto il male che esiste nel mondo e che la vita può cambiare in un attimo, e si fanno le prime esperienze in merito come il nostro Alex.
L’aura di mistero colpisce il lettore e lo guida verso queste realtà sconosciute.
Protagonista è Max. Quell’uomo dedito alla famiglia che si ritrova ad affrontare una realtà misteriosa e incomprensibile, a non comprendere più se stesso e ad avere paura della sua crudeltà o bontà?
E il suo è un cammino difficile, lungo e tortuoso anche nello scontro/incontro con il figlio che non riesce più a comprendere cosa sia successo al padre e alla madre morta improvvisamente.

I segreti sono tanti e non poteva mancare un Ordine segreto della Chiesa, a proteggere gli inconsapevoli e a scoprire chi è Max e quale sia il suo potere. È un amico o nemico.
Tanti gli intrecci in questa storia, che la rendono complessa e articolata, e in quanto tale secondo me non viene sviluppata al meglio.
Ci sono molte scene e dettagli che andrebbero approfonditi, come ad esempio i momenti in cui Primus dovrebbe sventare un attacco del demone e il lettore aspetta magari una scena in cui interviene con la propria squadra e mette in salvo tutti e magari si scontra con il demone stesso. Questo non accade. Succede invece che Max ha una visione, avvisa Primus del prossimo attacco e poi se ne sta ad aspettare la risposta che l’attacco stesso è stato sventato e le vite salvate.
Manca l’azione, l’adrenalina che sale con la lettura, la suspence nell’attesa di scoprire che tutti sono in salvo.
C’è qualcosa alla fine del romanzo, ma è molto limitata.
Diversi i dettagli che vengono svelati all’inizio del romanzo e che anticipano il decorso della storia al lettore, e che comunque viene accennato al suo utilizzo all’interno dell’intreccio, di cui però il lettore ne resta all’oscuro come ad esempio l’utilizzo della spada da parte del Pontefice.
La storia è carente anche nell’evolversi psicologico dei personaggi e il modo in cui l’autrice si approccia alle loro emozioni, alla scoperta di ritrovarsi con poteri immensi e sconosciuti, e alla “risoluzione” delle dispute familiari risulta poco coinvolgente.

In Sintesi…

Il romanzo è un mix di due generi letterari molto diversi ma che possono combinarsi bene insieme, avendone le giuste competenze, e ne rappresenta un buon esemplare, di piacevole lettura per avvicinarsi alla lettura e apprezzarne i due generi stessi nelle loro forme più semplici.
Sicuramente consigliato ad un pubblico giovane e adolescente.

3 SUSSURRI DELLE MUSE

Biografia Autrice.

Nunzia Alemanno nasce a Copertino, città in provincia di Lecce, nel dicembre del 1967. Casalinga e madre di tre figli, ha preferito la vita domestica per prendersi cura della famiglia e dei tre figli. Dopo quindici anni vissuti a Roma, rientra finalmente nel Salento, nella sua Copertino, dove vive tuttora. Ha trascorso la fanciullezza tra fiabe e racconti che amava farsi raccontare dalla nonna e ciò ha sempre tenuto viva in lei la fantasia di mondi lontani e creature fantastiche. Nonostante l’età adulta, l’immaginazione non si è mai affievolita e proprio questo l’ha portata a lanciare una sfida a se stessa mettendo nero su bianco tutto ciò che detta la fantasia. Ha dato vita così, all’età di quarantaquattro anni, alla sua prima opera fantastica, L’Egemonia del Drago, primo della trilogia Il Dominio dei Mondi, che ha dedicato al marito per il loro venticinquesimo anniversario di matrimonio. Seguiranno i successivi volumi L’Angelo Nero e Il Mistero del Manoscritto. Dopo una breve pausa decide di sbarcare in un nuovo genere: il paranormal thriller. Pubblica così un breve prequel, Venator – l’Incubo dell’Inferno, che condurrà al romanzo principale Quella Bestia di mio Padre. Ha una grande passione per il fantasy e l’horror. Tra gli scaffali della sua libreria non mancano autori come Terry Brooks, George R.R. Martin e Stephen King ma apprezza qualsiasi genere di lettura.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.