Piranesi di Susanna Clarke

Carissimi amici e lettori, continuiamo la giornata con una nuova recensione del blog. Oggi vi parlo del fantasy Piranesi di Susanna Clarke per la collana Lainya di Fazi Editore. Voi avete letto il libro? Vi è piaciuto? Volete sapere cosa ne penso io? Allora, vi lascio alla lettura dell’articolo.

Copia ARC fornita dalla CE ai fini promozionali

Piranesi vive nella Casa. Forse da sempre. Giorno dopo giorno ne esplora gli infiniti saloni, mentre nei suoi diari tiene traccia di tutte le meraviglie e i misteri che questo mondo labirintico custodisce.
I corridoi abbandonati conducono in un vestibolo dopo l’altro, dove sono esposte migliaia di bellissime statue di marmo.
Imponenti scalinate in rovina portano invece ai piani dove è troppo rischioso addentrarsi: fitte coltri di nubi nascondono allo sguardo il livello superiore, mentre delle maree imprevedibili che risalgono da chissà quali abissi sommergono i saloni inferiori.
Ogni martedì e venerdì Piranesi si incontra con l’Altro per raccontargli le sue ultime scoperte. Quest’uomo enigmatico è l’unica persona con cui parla, perché i pochi che sono stati nella Casa prima di lui sono ora soltanto scheletri che si confondono tra il marmo. 
Improvvisamente appaiono dei messaggi misteriosi: qualcuno è arrivato nella Casa e sta cercando di mettersi in contatto proprio con Piranesi. Di chi si tratta? Lo studioso spera in un nuovo amico, mentre per l’Altro è solo una terribile minaccia. Piranesi legge e rilegge i suoi diari ma i ricordi non combaciano, il tempo sembra scorrere per conto proprio e l’Altro gli confonde solo le idee con le sue risposte sfuggenti. Piranesi adora la Casa, è la sua divinità protettrice e l’unica realtà di cui ha memoria.
È disposto a tutto per proteggerla, ma il mondo che credeva di conoscere nasconde ancoratroppi segreti e sta diventando, suo malgrado, pericoloso. 

Piranesi di Susanna Clarke è un titolo molto atteso nel mondo letterario dopo tanti anni dalla sua ultima pubblicazione, e sinceramente ammetto che pur non conoscendo l’autrice, ma leggendo di lei, avevo grandi aspettative su questa nuova pubblicazione.

Per chi ha amato C.S. Lewis, leggere del meraviglioso mondo creato dalla Clarke sembra un ritorno al passato ma con un salto molto avanti nel futuro, in qualcosa di diverso. Saloni che si intrecciano in un laborioso labirinto, ciascuno dei quali ha i suoi tempi, i suoi cicli naturali, che non sempre possono essere raggiunti e attraversati, non ricorda forse il mondo in cui si accedeva a Narnia?

Iscriviti al canale YouTube del blog

Piranesi insieme all’Altro sono gli unici abitanti, o meglio sembrano gli unici sopravvissuti a questo luogo. Possibile che non ci siano altri essere viventi a parte gli uccelli o i pesci? Eppure ci sono gli scheletri di altri uomini che sono stati lì. Così Piranesi si adopera per esplorare quel mondo che sembra infinito, appuntando ogni particolare, per non dimenticare niente di quello che vede, per scoprire attraverso lo studio se c’è un modo per comprendere quello che sembra al momento incomprensibile.

Gli imprevisti arrivano e stravolgono la quotidianità e le certezze di Piranesi, che si ritrova così a dubitare di se stesso, del suo unico amico e a ritrovarsi con strane presenze nella Casa.
Per quanto stravolto e tentennante, però non vuole dare torto o ragione a nessuna delle due fazioni in gioco, ma cerca una spiegazione logica e certa ragionando, studiando e mettendo alla prova.

La narrazione è intrigante, ben costruita e intrecciata tra descrizioni ammalianti e ragionamenti ben studiati e mai banali.
La lettura è un pò lenta e a tratti “pesante”, non perché sia noiosa ma credo per una scelta stilistica dell’autrice, che punta tutto sul personaggio di Piranesi, e quindi tutto il romanzo assume l’aspetto di un diario, a volte un pò confusionario a volte fin troppo dettagliato.

Sono rimasta delusa dal finale. Troppo affrettato e manca di quella laboriosa ricerca di stile e attenzione ai particolari che hanno caratterizzato l’intero libro. Mancano informazioni importanti che lasciano l’amaro in bocca al lettore.

Un titolo interessante e sicuramente consigliato agli amanti del fantasy e anche a chi si approccia per la prima volta al genere, potrebbe essere campo di preparazione alla lettura di un grande come J. R.R. Talkien.

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Alla prossima review!

Leave a comment…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.