LOADING

Type to search

Milano noir. Le indagini dell’ispettore Battiston II di Francesco Fontana

Share

In uscita il 20 maggio il secondo volume di racconti basati sulle avventure milanesi dell’ispettore Battiston! Milano noir. Le indagini dell’ispettore Battison (Vol. II) di Francesco Fontana. Andiamo a curiosare!

Milano noir. Le indagini dell'ispettore Battiston (Vol. I): Mai far arrabbiare una donna ferita di [Francesco Fontana]
Materiale fornito dalla CE ai fini promozionali

Scheda Tecnica del Libro 📑📑📑

  • Titolo: Milano noir. Le indagini dell’ispettore Battiston vol. II
  • Autore: Francesco Fontana
  • Editore: Panesi Edizioni
  • Data di Pubblicazione: Maggio 2019
  • Genere: Giallo
  • Prezzo:
    • e – Book 2,99€
    • Cartaceo 10,00€
  • Disponibilità: Amazon & iTunes

Trama del Libro📚📚📚

Milano, anni ‘70, il suo centro, le sue periferie: un Ispettore di Polizia che ama molto il suo lavoro e moltissimo la collega che gli spediscono in “punizione” da Venezia. Sullo sfondo di una metropoli fascinosamente grigia, si dipanano tra nebbie, smog, brina e ombre lunghe queste prime inchieste di Stefano Battiston, un poliziotto serio, molto “italiano” e per nulla “americano”; e cresce il sentimento che lo unisce, in un trio di ferro, alla sua compagna Samuela, timida ma dotata di un karate micidiale, e al suo amico Antonio Vìcari, gentiluomo siculo che, dopo una vita di lavoro fianco a fianco, gli dà ancora del “voi”. Proprio come si usava una volta…
Sette racconti che ci portano per le strade di una Milano ricca di atmosfere diverse. Una scrittura fluida che ci conduce dritti al fulcro delle indagini. Due protagonisti a cui vi appassionerete fin dalle prime pagine.

Si erano trovati con Vìcari a casa di Battiston, il quale aveva dato il meglio di sé in cucina approntando un grande risotto alla milanese, con tanto di preparazione al midollo. Il tutto abbinato a un giovane e fresco Barbera, vinello ideale per quel piatto. Usciti, avevano constatato che iniziava anche a gocciolare, ma non si trattava propriamente di pioggia, era piuttosto quell’acquerugiola sporca, viscida, molto padana, che rompe le scatole nelle serate, e spesso anche nelle giornate, di nebbia e foschia; per tale motivo, una volta in strada, non rientrarono nemmeno in casa a recuperare gli ombrelli ma preferirono salire direttamente in auto e portarsi sul luogo dell’incontro con quei quattro fenomeni: li attendeva un bel po’ di cabaret!
«Venghino, signori, venghino!», li canzonò Battiston, facendoli accedere alla sala-ritrovo del “loro” dopolavoro e dando inizio alle danze.
“I 4 della briscola” entrarono nell’ambiente poco illuminato e si misero a disposizione della polizia. Scettici su quanto stava accadendo, tradivano un comprensibile nervosismo e sicuramente tra loro c’era chi temeva di venir trascinato in una rogna della quale non si riteneva responsabile.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.