LOADING

Type to search

Case Editrici Eventi Libri La Strada per Babilonia Recensioni

Margini di libertà di Mara Di Noia

Agosto è terminato e, presto l’attività del blog riprenderà a pieno ritmo, ma non mancano le recensioni delle letture estive. Oggi vi parlo di un altro titolo de La Strada per Babilonia e che mi ha messo a dura prova, non perché sia brutto… ma per saperne di più non vi resta che leggere tutto l’articolo.

Copia cartacea omaggiata dalla CE ai fini promozionali

Scheda Tecnica del Libro 📑📑📑

  • Titolo: Margini di libertà
  • Autrice: Mara Di Noia
  • Editore: La Strada per Babilonia
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Data di Pubblicazione: Giugno 2019
  • Disponibilità: Amazon / La Strada per Babilonia / Librerie & Store online

Trama del Libro 📚📚📚

Le storie di Lila e Akash sono molto diverse, eppure si intrecciano come le loro dita, alla ricerca di un’identità rubata dal mondo circostante.
Lila vive una relazione difficile, dalla quale dovrà trovare la forza di liberarsi, mentre Akash fa parte del popolo dei Mutoid.
Attraverso la trasformazione di quella che gli altri ritengono spazzatura, i Mutoid creano arte; dando nuova vita ai rottami, disegnano la loro via per la libertà.
È una strada piena di ostacoli, ma coinvolge chi, anche per caso, si ritrova a essere spettatore del viaggio. Si parla di emarginazione e ingiustizie, di alimentazione e scelte che fanno la differenza.
Animata da una passione che brucia come il fuoco dello spettacolo da preparare con cura, la storia di questo gruppo riesce a tracciare un solco nel cuore del lettore; perché, come dice Akash, quando due anime si toccano fa anche un po’ male.

Recensione del Blog. 🖋 📝 💻

La lettura a volte è difficile. Questo non vuol dire che un autore non sappia scrivere, ma che maschera il suo messaggio tra le righe, in modo che il lettore sia costretto a rileggere la stori più volte e con maggiore attenzione, per trovare quel messaggio celato che è il vero fulcro di tutto lo scritto.

Con Margini di libertà mi è successo proprio questo. Sono andata alla ricerca di quello che l’autrice teneva volutamente nascosto, della meta che voleva farmi raggiungere con la sua storia, con le sue riflessioni, con la narrazione di eventi di cronaca o di eventi semplici e scelte a volte difficili dei personaggi del suo libro.

L’autrice riporta sempre il lettore ad una domanda principale: cosa sia la libertà. Sviluppato il suo pensiero in tanti modi, facendoci conoscere tante realtà come il popolo dei Mutoid e tanti modi di vivere, mettendoli a confronto senza però giudicarne uno migliore dell’altro, raggiunge il suo scopo. La libertà è tante cose, ma quella principale è di sentirsi a proprio agio e felice con le proprie scelte di vita.
Non meno importante è la comprensione degli altri, del loro pensiero e delle loro usanze, mai giudicarle o ritenerle inferiori alle nostre, in quanto fanno della loro vita e del loro essere interiore, rendendo in maniera eguale ogni essere umano.

La diversità regnerà sempre nel mondo e per quanto una cultura possa temporaneamente predominare sulle altre, non rappresenterà mai la verità assoluta a cui adeguarsi. Questo non significa che non ci debbano essere regole o governi a guidare le popolazioni, ma che invece ci debba essere rispetto per queste realtà e se l’uomo non è in grado di comprenderli o preferisce crearne dei propri, in cui vive meglio e si sente realizzato, non deve anche promuovere una lotta per annientarli, ma deve adeguarsi al loro rispetto in modo da non provocare con il suo atteggiamento danno agli altri.

Non vi dico altro del libro, vi consiglio di leggerlo attentamente cercando di non essere superficiali.

4 SUSSURRI DELLE MUSE

Alla prossima recensione!

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.