LOADING

Type to search

Film di Animazione Intrattenimento Rubriche Walt Disney

Maleficent I & II

Avrei voluto parlare prima di questi film, ma ho sempre pensato che un articolo dedicato non poteva essere diviso, ma bensì unico, in quanto è così che i due film vanno visti, insieme, per comprenderli e apprezzarli al meglio. Così a distanza di un mese dall’uscita di Maleficent II, oggi ci immergiamo nel meraviglioso mondo della Brughiera e conosciamo Malefica e Aurora.

Una delle fate cattive del mondo Disney è Malefica, che ha lanciato un potente maleficio sulla principessa Aurora condannandola al sonno eterno in seguito alla puntura con il fuso di un arcolaio…
Beh mi sa che conosciamo tutti la storia della Bella addormentata nel bosco. Ma questa fiaba, così come la conosciamo ci presenta solo la vendetta di una strega cattiva nei confronti dell’innocente e bella principessa.
Nessuno si è mai posto la domanda: perché la strega cattiva è diventata cattiva?

Questa nuova interpretazione della fiaba classica non è forse una novità, però secondo il mio parere personale è ben riuscita.
Senza nulla togliere alla storia originale e al suo insegnamento morale, ha data invece una marcia in più, affrontando temi delicati e proponendo interessanti riflessioni.
Le creature fantastiche e magiche della brughiera vivono in simbiosi e in armonia con la natura, e Malefica insieme a loro, che si erge a loro protettrice ogni qual volta vengono attaccati dai regni degli essere umani, invidiosi del loro benessere, dei loro tesori e considerando queste creature delle minacce per la pace che poi non esiste nei loro regni.

In tutto questo caos Malefica conosce l’amore e subito dopo il tradimento e spinta dalla sua sete di vendetta per l’offesa subita, scaglia un maleficio, impossibile da sciogliere.
Una creatura non immune ai sentimenti, che li vive in tutte le sue sfaccettature, affrontando le delusioni e le paure, trovando dentro di sé anche il coraggio di non cedere alla propria indole più oscura, ma di decidere chi e cosa diventare.
E nel legame più innocente e puro con Aurora, Malefica ritrova se stessa, il suo animo ferito viene risanato e continua la sua missione di protettrice della Brughiera e della principessa, ritrovando anche le sue origini e una nuova famiglia a cui appartenere.

I due film sono in realtà un unico film diviso in due episodi, e Malefica – Signora del male completa il suo pre quel, aggiungendo tutte quelle informazioni che mancavano, come ad esempio le origini stesse di Malefica, e allo stesso tempo proponendo il finale classico alla fiaba di Aurora e al suo principe.

Una cosa che mi ha colpito è stato il modo in cui viene trattata la cattiveria umana. Prima Stefano che usa il legame con Malefica per strapparle via tutto e diventare re, e poi la Regina Ingrith che spinta dall’invidia, usa quell’alone di mistero e malvagità del passato di Malefica, per attizzare i cuori e le spade contro il popolo della brughiera.
Due modi assolutamente diversi, uno maschile e uno femminile, ma con lo stesso fine di stravolgere e usare gli eventi a proprio vantaggio, mentendo o manipolando le menti non ha importanza il mezzo usato, ma solo il fine da raggiungere.
L’insegnamento? Che le cattive azioni prima o poi vengono punite e che spesso si ritorcono contro chi li ha commesse.
E quindi bisogna credere nel vero amore?
Come ogni fiaba che si rispetti, anche Maleficent ha il suo lieto fine e lascia un messaggio d’amore e speranza. Ma anche di tolleranza fra razze, di pace e di condivisione e rispetto.
Quindi come sempre, vi consiglio di guardare i film con gli occhi innocenti di bambini e il cuore maturo da adulti, perché in entrambi i casi ha tanto da insegnarci.
Buona visione!

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.