L’ultimo sorriso di Sunder City di Luke Arnold

L’ultimo sorriso di Sunder City di Luke Arnold per Nua Edizioni è il primo romanzo della serie dedicata a Fetch Phillips, un investigatore privato che vive in un mondo rimasto senza magia, e da alcuni definita la lettura perfetta
per i fan di Ben Aaronovitch, Rotherweird o Terry Pratchett.

Copia ARC fornita dalla CE ai fini promozionali

L’ultimo sorriso di Sunder City è il primo romanzo della serie dedicata a Fetch Phillips, un investigatore privato che vive in un mondo rimasto senza magia.
“Voglio un caso vero. Un’occasione di fare qualcosa di buono. Perché è colpa mia se la magia non tornerà mai più. Mi chiamo Fetch Phillips, come è scritto sulla porta. Ci sono tre cose che dovreste sapere prima di ingaggiarmi: La mia sobrietà vi costa un extra. I miei servizi sono confidenziali. Non lavoro per gli umani. Niente di personale, perché sono umano anch’io. Ma dopo quanto successo, non sono gli umani ad aver bisogno del mio aiuto”.

L’ultimo sorriso di Sunder City di Luke Arnold introduce una nuova serie fantasy dedicata a Fetch Phillips, un umano che vive in un mondo di creature magiche, un mondo che ha perso la sua magia.

Gli elfi sono diventati mortali, i vampiri non succhiano più il sangue e possono vivere alla luce del sole, i licantropi hanno smesso di subire l’influenza della luna e i maghi non possono lanciare incantesimi.

Ovviamene nemmeno la convivenza tra umani e creature magiche non è delle migliori.

Fetch è chiamato a svolgere delle indagini, a ritrovare un professore della scuola di creature “diverse” delle città. E non sarà facile conquistare la fiducia di queste creature per portare a termine le indagini, lui è troppo umano, fa parte di quella razza che ha causato della perdita di magia nel mondo.

Per fortuna dimostra che i cattivi sono da entrambi le parti, e che l’appartenenza a una o all’altra fazione non determina la bontà di una persona.

Interessanti i flashback della narrazione che ci raccontano in momenti specifici del libro il passato di Fetch e come sia diventato un investigatore, ma soprattutto il motivo della sua scelta di aiutare i non umani.

Purtroppo le creature magiche non le ho trovate molto interessanti e sono fin troppo evidenti i riferimenti già noti al lettore alla letterature di genere, alla produzione cinematografica e televisiva.

Avendo reinventando un nuovo mondo, l’autore poteva reinventare anche le caratteristiche dei suoi personaggi, ridando nuova linfa a esempi già sfruttati al massimo e che magari vorrebbero essere svecchiati, invece di proporre la conseguenza più logica alla perdita della magia: i vampiri che non bevono sangue e sopportano la luce del sole.

Per il resto se siete in cerca di un nuovo eroe del genere Fantasy, vi consiglierei di dare una possibilità a Fetch Phillips, potrebbe regalarci grandi emozioni.

L’ultimo sorriso di Sunder City di Luke Arnold sarà online dal 10 Settembre 2020.

Alla prossima review.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.