La vita degli altri di Claudia Semperboni

Quante volte osserviamo la vita degli altri da telespettatori conoscendole a menadito per dimenticare la nostra? Più spesso di quanto accade. E il libro di Claudia Semperboni La vita degli altri ci racconta come.

Copia cartacea fornita dalla CE ai fini promozionali

Cesare è un cinquant’enne che ha avuto tutto dalla vita, la bellezza, la libertà, l’amore e un figlio troppo lontano. La vita però gli ha anche portato via la cosa più importante: Tea, sua moglie.
Gestisce un piccolo negozio di paese e qui la sua vita scorre tra la routine quotidiana, è circondato dagli amici di sempre e vive le storie dei paesani. La vita sembra molto piatta finché il destino non gli mette sulla strada una vecchia amica. “La vita degli altri” è un libro che ci porta alla piena coscienza di come non bisogna mai arrendersi agli avvenimenti. L’autrice ci conduce alla piena consapevolezza di quanto siano importanti gli amici e quanto sia importante guardare avanti.

Un piccolo negozio in un piccolo paese, dove gli abitanti si conoscono tutti e le abitudini sono dure a morire.
Cesare è lì, fermo nel suo negozio a soddisfare le esigenze quotidiane dei suoi compaesani, che sono diventati amici, a veder scorrere la vita degli altri, andare avanti, in quanto la sua si è fermata con la scomparsa dell’amatissima moglie.
Eppure per quanto possa sembrare statica, la vita non lo è.
Improvvisamente la routine quotidiana viene interrotta ed entrano in gioco altri schemi che la sconvolgono, che costringono a riflettere e a svegliarsi.
La vita non si ferma con la morte, va avanti.
Chi resta soffre ma deve accettare la perdita.
Così è scritto da tempo immemore e così sarà fino alla fine del tempo.

Iscriviti a Kindle Unlimited di Amazon

Cesare si trova così a un bivio, e come sempre accade un evento lo scuote, lo investe, mettendo in discussione il suo presente e facendogli comprendere che non può vivere nel passato o di ricordi.
L’amore per la moglie non morirà mai, ma lui deve continuare a vivere e andare avanti, per non perdersi le gioie della vita stessa e donare ricordi di lui alle persone che ama per il futuro.
Una storia semplice e toccante, che però riesce ad affrontare tematiche importanti e che a volte sono difficili da comprendere o si tende a sviarle facilmente, per non causare altro dolore.
La vita è bella e bisogna viverla, anche quando ci ha tolto quello che amiamo di più, perché anche nelle situazioni più estreme può regalarci un dono ancora più grande in grado da cancellare ogni sofferenza.
Complimenti all’autrice per questa toccante storia.

Vi aspetto alla prossima recensione!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.