LOADING

Type to search

La camera ardente di Giacinta Caruso

Panesi Edizioni è stata così gentile da permettermi di leggere La camera ardente di Giacinta Caruso… e oggi potete conoscere il mio parere sul romanzo. Vi faccio una domanda: perché ho scelto proprio questo libro?

Prodotto fornito dalla CE ai fini promozionali

Scheda Tecnica del Libro 📑 📑 📑

  • Titolo: La camera ardente
  • Autrice: Giacinta Caruso
  • Editore: Panesi Edizioni
  • Genere: Triller / Storico
  • Prezzo:
  • e – Book 1,03€
  • Disponibilità: Amazon & iTunes

Trama del Libro 📚 📚 📚

Parigi 1680. Lady Edwina ha appena sposato il marchese di Peyrac, un incorreggibile libertino, sempre alla ricerca di piaceri proibiti. La nobildonna, dopo esser rimasta vedova, è stata costretta alle nuove nozze dal cugino, agente in Francia del duca di Buckingham.
Da anni il duca cerca le prove del coinvolgimento di alcuni aristocratici francesi nella misteriosa morte di Enrichetta d’Inghilterra, sorella di Carlo II e moglie di Philippe d’Orleans, fratello del Re Sole.
I sospetti sono da sempre puntati sul cavaliere di Lorena, amante e favorito di Philippe d’Orleans.
Quando il marchese di Peyrac ha chiesto in moglie lady Edwina, il duca di Buckingham ha colto al volo l’occasione per infiltrare una spia nell’intrigante corte francese e spiare così il cavaliere di Lorena.
Solo a nozze avvenute lady Edwina ha scoperto che nel labirinto del tetro castello dei Peyrac è stata avvelenata una donna. Sulle prime non si preoccupa più di tanto. Il delitto sembra destinato a rimanere insoluto. È la seconda morte, quella della baronessa di Fonsac, amante del marito, a metterla in allarme.
Il luogotenente generale di polizia La Reynie affida il caso al commissario Savarin. Di mezz’età, alto, imponente, con folti capelli rossi, il commissario è paziente e di buon carattere. Aiutato dall’affascinante tenente Lassalle, si mette subito sulle tracce dell’assassino del labirinto. Ma altri fatti inquietanti sopraggiungono a complicare le indagini: a corte è scoppiato il più grande scandalo del secolo, l’Affare dei Veleni.
Magia, messe nere, perversioni, assassinii che minacciano di far cadere la monarchia francese.

Recensione del Blog 🖋 📝 💻

Dopo aver seguito la serie tv Versailles su Netflix non potevo non leggere questo romanzo, un thriller storico ambientato proprio durante il regno di Luigi XIV all’epoca dell’affare dei veleni e che vide coinvolta perfino Madame de Montespan, la Favorita del Re Sole.

La storia fa molti collegamenti storici e quindi troverete tanti nomi nuovi per chi non li conosce – per me è stato normale leggerli anzi mi sono chiesta: e questo quando lo nomina? – però non preoccupatevi più di tanto basta fare attenzione nella lettura e non perderete il filo del discorso.

C’è un assassino da smascherare e il commissario Savarin è convinto che il colpevole è nella casa del marchese di Peyrac, e lui è coinvolto in qualche modo in queste morti sospetti.

In un’epoca in cui le credenze popolari sono radicate nell’animo umano e si chiede aiuto alla magia o ai talismani portafortuna invece di comprendere col proprio raziocinio la vita e i suoi problemi e di affrontarli a viso scoperto, una persona carismatica e conoscitrice di nuove “scienze” può facilmente manipolare chiunque, farsi pagare, ottenere favori e mettere insieme i pezzi del puzzle a proprio favore. Se poi a questo mix aggiungiamo gente ignorante e dedita ad ogni vizio e perversione, che non ha remore e pudore, abbiamo raggiunto la combinazione perfetta per diffondere le pratiche occulte e seminare solo panico e terrore nelle cose a cui non si riesce a dare una spiegazione.

Savarin e Lady Edwina sono figli del proprio tempo. Lui è un uomo di mondo, colto e alla ricerca di nuovi stimoli, precursore dell’illuminismo e dalle ampie vedute, che fiuta il colpevole e lo segue nelle tracce che lascia, sicuro che al primo passo falso lo prenderà in fallo.
Lei invece figlia della sua epoca e della sua classe sociale, che si annoia nella tenuta di campagna del marito ma che una volta scoperti i fasti e le perversioni di Versailles non li comprende e li disprezza, ma dalla mente arguta e con una missione: fare la spia.
Allo stesso tempo ingenua e desiderosa di attenzioni, si lancia a capofitto in una missione più grande di lei che la ingoia.

Mi è piaciuto molto il modo che l’autrice ha scelto per narrare la storia. Lady Edwina parla attraverso il suo diario segreto, in cui è possibile leggere i suoi intimi pensieri e le scene di vita familiare tra le mura della sua camera da letto o del suo appartamento a Versailles, mostrando il suo disgusto e la sua indifferenza, e per quanto vorrebbe estraniarsi da questo modo di vivere alla fine ne rimane anch’essa coinvolta.
L’autrice poi ci racconta il resto della storia attraverso le indagini di Savarin, dei suoi interrogatori e anche agli approfondimenti storici che completano il quadro generale.
Mancano però i punti di vista di Lasalle e dei due sospettati che avrebbe reso la storia più articolata e avvincente trattandosi di un thriller e magari avrebbe fatto dubitare il lettore sull’identità dell’assassino, che invece da un’attenta lettura è facilmente intuibile.
Una lettura piacevole e scorrevole alla scoperta della storia francese. Complimenti.

3 SUSSURRI DELLE MUSE

Tags:
Previous Article

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.