Io me lo leggo & I Read it: News Ottobre 2020

Carissimi amici e lettori, in questo interessante articolo parliamo di tutte le news del mese di Ottobre 2020 per le collane editoriali PubMe Io me lo leggo & I Read it.
Quale vi piace di più?

Il nostro posto preferito nel mondo di Berenice Swan

Crescere a volte vuol dire cambiare. Cambiano le idee, i desideri, i progetti, i rapporti con le persone che conosci da una vita. 
Thomas ed Allyson crescono insieme come due fratelli, ma col passare degli anni iniziano a vedersi con occhi diversi e 
ad un certo punto della loro vita, si trovano a compiere delle scelte che li portano a separarsi.
Ally dovrà partire per  Parigi per realizzare il sogno di diventare una fotografa professionista.
Thomas resterà in America ad occuparsi  del ranch di famiglia. Quando Ally tornerà a casa, i due si troveranno a porsi delle domande sui propri desideri e i loro sentimenti.
Resteranno sempre gli stessi o anche il loro rapporto sarà travolto dal cambiamento? 

Un’inaspettata trasferta a Tokio di Monica Tomaino

Elisa ha trentatré anni, lavora in una multinazionale giapponese e vive la sua tediosa routine quotidiana come se
 dovesse recitare il copione di un film. Disillusa dalla vita amorosa, si crogiola idealizzando un collega nipponico 
con cui tiene una corrispondenza via mail.
Inaspettatamente le viene proposta la possibilità di trasferirsi a Tokyo e, nonostante i tentennamenti iniziali, decide di dare una svolta alla sua vita e partire.
Elisa si troverà a vivere in un ambiente lavorativo nuovo, scoprire una cultura diversa e a riconsiderare l’amore.

Subscribe Channel YouTube.
Ubi tu Gaius di Djana Mazzaro

9 a.C. 
Venti di tempesta scuotono Roma. L’imperatrice Livia è inquieta: qualcuno sta minacciando la sua famiglia.
E quando le giunge la notizia che il figlio minore, Druso, impegnato in guerra, è in fin di vita, è sicura che non si tratti di una coincidenza.
Per risolvere il mistero arruola Rufio, la sua spia più abile. Entrambi sanno che il suo è un compito  pericoloso ma quasi nessuno sa che Rufio ha una figlia, che non ha mai riconosciuto e che ha lasciato crescere ai suoi più cari amici, Gala e Marco Cherea. 
Aprilia non è come le ragazze della Capitale: invece di parlare di moda insieme ad altre matrone, si rifugia nei boschi a  tirare con l’arco. E l’unico che non le ha mai fatto pesare le sue stranezze è Fabio, il primogenito dei Cherea. 
Migliori amici fin dall’infanzia, sono cresciuti insieme  senza nascondersi nulla. Ma ora che Fabio è finalmente tornato dalla campagna militare dove ha servito nelle fila dell’esercito di Druso, Aprilia si accorge che qualcosa è cambiato. Intuisce che suo padre Rufio ha ricevuto un’altra missione, mentre Fabio comincia a sparire nel nulla.
Aprilia è determinata a smascherare le loro intenzioni ma non sa che la risposta alle sue domande sarà peggiore di  quanto possa immaginare. Perché le persone che ha più care al mondo si stanno esponendo al rischio più grande:  quello di mettersi contro la famiglia imperiale. 

«Io non sono fatta per essere una moglie.»
«E per cosa saresti fatta?»
«Per essere un uomo.»

L’ultimo vichingo di Alessandro Zoppini

È tra i pericolosi fiordi del Vinland che Valgard Mezzagamba ottiene il prestigio tanto ambito dal padre, mentre il prode Adelard de Chalon cavalca nelle selvagge terre d’Islanda alla ricerca della seducente Armora. I legami più solidi sembrano spezzarsi e qualcuno agisce nell’ombra: rintanato tra le foreste dell’entroterra, ha giurato vendetta!  
La Terra Verde è in preda al caos: un gruppo di misteriosi banditi ha messo a ferro e fuoco le colonie del nord e un vescovo assai potente, che li vuole morti, perseguita sventurati innocenti. Risorto da un lungo stato di pazzia, un vecchio amico sembra essere l’unico in grado di riportare l’ordine nell’isola, ma la perfidia di certi uomini non ha limiti e adombra loro la ragione. 
In competizione con la fama del fratello, un ragazzo è cresciuto nei fiordi di una terra fredda e lontana. Folle e ambizioso, è soffocato da una crisi spirituale. 
Per sopravvivere nelle desolate e cruente lande del nord, può riporre la propria fiducia solo in una donna. 

La vita è un continuo inganno! Illudi la marmaglia di essere chi non sei, sfruttando la credulità altrui, nell’estremo tentativo di sopravvivere a danno di qualcun altro. Credimi, non c’è pace per chi è figlio di Odino e io lo sono…

Buona lettura!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.