Immacolata intercessione di Carlo Kik Ditto

Immacolata intercessione di Carlo Kik Ditto, in libreria dal 4 novembre 2021. Il libro narra quella che potremmo definire una parabola moderna: una vicenda che prende vita in ambienti spesso mal visti dalla società benpensante, addirittura emarginati, ma, proprio come nelle parabole evangeliche, sono i luoghi dove può venire alla luce un disegno superiore. La narrazione è allegra e a tratti irriverente ma portatrice di messaggi universali.

Titolo: Immacolata intercessione
Autore: Carlo Kik Ditto
Editore: Il ramo e la foglia Edizioni
Collana: Romanzi
Data di Pubblicazione: 4 Novembre 2021
Genere: Contemporry Fiction
Pagine: 216
Prezzi:
eBook 16,00€

Chicago (Illinois), 1988. Unicorn e Shebop sono due amici e coinquilini legati da un amore viscerale ma platonico. Entrambi svolgono dei lavori particolari. Unicorn è un attore porno gay egocentrico, molto religioso e praticante. Shebop è una drag queen transessuale, di notte è la star del Blue Tongue e di giorno fa la parrucchiera nel suo negozio. Ha una fissazione per la cantante Cyndi Lauper.

Nessuno dei due usa mai il nome di battesimo. Entrambi hanno sposato le loro vite artistiche come in una missione.
La loro esistenza trascorre sui binari del divertimento e della trasgressione negli edonistici anni ‘80.
Ma “ai piani alti del cielo” qualcuno ha deciso per loro un destino diverso.

Un giorno, nel negozio di Shebop si presenta una giovane donna di nome Mary e… da quel momento la loro esistenza cambia radicalmente.

«Non mi drogo, non fumo, non bevo, non sono stato picchiato da bambino, non sono stato traumatizzato né hanno abusato di me, non bagnavo il letto e non torturavo gli animaletti. Sono una persona buona, altruista e religiosa. La fede in Dio mi aiuta a svolgere il mio lavoro al meglio, a stringere i denti durante le scene anali particolarmente dolorose, a rispettare i miei partner sul set come fratelli. E se lui mi ha creato con un pene enorme, allora questo è il modo giusto per rendergli grazie.»

Carlo Kik Ditto, classe 1976, è nato a Potenza e vive a Napoli, è giornalista. “La pecora rosa” è il suo primo romanzo, autobiografico e anticonformista, come un vero diario segreto, racconta la sua esperienza del coming out e del bullismo. Nel 2016 gli viene offerta, sulla testata giornalistica senzalinea.it, la rubrica “L’angolo della pecora rosa”. Nel marzo 2018 pubblica il secondo romanzo, “Crazy bear love”, con il quale vince, nel 2019, il premio Città di Napoli, Accademia Federico II sezione romanzi editi. A maggio 2019 pubblica il terzo romanzo in coppia con Enrico Pentonieri: “A destra dell’arcobaleno”, Edizioni Mea. Il suo racconto “La bambola di Bangkok” è pubblicato nella raccolta di racconti “A est del blu”. È stato definito dal Corriere della sera «una sorta di Bridget Jones gay». È presente su Facebook e Instagram.

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Buona lettura!

Materiale fornito dalla CE ai fini promozionali.

Leave a comment…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.