LOADING

Type to search

La prima recensione delle letture estive del blog è Il vento del destino di Marcella Ricci per la collana editoriale Literary Romance, romanzo storico pubblicato ad Aprile e che ha come protagonista… indovinate un pò… un pirata! C’è da chiedersi sarà crudele e senza cuore oppure affascinante? Lo scoprirete solo leggendo il libro io non ve lo dirò!!! 🤭

Copia digitale fornita dalla CE ai fini promozionali

Scheda Tecnica del Libro 📑📑📑

  • Titolo: Il vento del destino
  • Autrice: Marella Ricci
  • Editore: Literary Romance
  • Data di Pubblicazione: 6 Aprile 2019
  • Pagine: 452 / 485
  • Prezzo:
    • e – Book 1,99€
    • Kindle Unlimited Gratis 
  • Disponibilità: Amazon

Trama del Libro 📚📚📚

Una bellissima inglese costretta a fuggire dall’amata Inghilterra. Un capo pirata su cui pende una taglia molto alta. Un’unione rischiosa contrastata dal destino.
Mar dei Caraibi, fine del XVII secolo.
Lynn Raymoore, bella e giovane promessa sposa, fugge da Londra a causa di un uomo corrotto che minaccia di morte Richard Taylor, il fidanzato. Prima di giungere in America, nelle acque dei Caraibi, viene rapita dai pirati durante l’abbordaggio che la sua nave subisce; si spalancano così le porte dell’orrore. Il destino è quello di finire come schiava o prostituta su qualche isola di pirati. Ma è fortunata perché la sua bellezza la porta dritta da Rufus O’Shea, un uomo temuto nonché capitano della potente Siren. Ma che fine ha fatto Richard? Mentre si scopre innamorata di Rufus, il passato torna per metterla alla prova. E proprio quando sembra che le cose stiano andando per il verso giusto, O’Shea cade in un’imboscata e viene condannato…

Recensione del Blog. 🖋 📝 💻

Con Il vento del destino torno a parlarvi di Romance, di amore, di sentimenti e di ambientazioni storiche, lontane da noi che creano fascino e mistero e ci fanno conoscere personaggi che noi possiamo solo immaginare.
La prima cosa che posso dirvi di questo libro è che la storia mi è piaciuta, tanti intrecci, tanti personaggi che interagiscono tra loro e che portano a volte anche disturbo nella trama per creare quell’effetto di suspence che ci vuole, per non rendere tutto “perfetto e semplice”.

Tanti i personaggi in questo romance, che affiancano aiutando o disturbando i protagonisti, rendendo le loro vite movimentate.
Personaggi che però interpretano degli stereotipi: il pirata cattivo antagonista Willow, rozzo e interessato solo al bottino facile, a prendere il potere usando i metodi più illeciti, a usare le donne per soddisfare i suoi bassi istinti e comprarsi la fedeltà dei suoi uomini. La bella e procace Pearl, cameriera alla taverna e donna facile che si concede per elevarsi socialmente. Scott Parker, il fedelissimo secondo di Rufus, pronto a tutto per appoggiarlo e difenderlo. Sono descritti in un certo modo dall’autrice e si comportano come previsto, dalla prima all’ultima pagina, senza sfumature di carattere.
Allo stesso modo i protagonisti principali. Lynn e Rufus appaiono freddi e impalati nei loro ruoli.
La narrazione non fa rivivere sulla carta i momenti in cui loro vivono determinate scene, ma le racconta a fatti avvenuti, con il senno del poi, impedendo che i sentimenti vengano vissuti prima dagli stessi personaggi e poi dal lettore.
Pochissimi, almeno nelle prime due parti del libro, i momenti di confronto tra loro in cui si possano creare le basi per il cambiamento dei sentimenti. Lynn odia Rufus e pensa ancora al fidanzato morto Richard, e poche pagine dopo e mesi temporali nella storia, il narratore racconta che i suoi sentimenti sono cambiati, che sente la sua mancanza e che ha accettato la sua nuova vita e condizione. Cosa sia accaduto tra i due o tra lei e Sally, per portarla a questa nuova consapevolezza non è dato saperlo al lettore.

Anche la situazione di disturbo introdotta, che dovrebbe far riflettere i due innamorati sui loro sentimenti, Marion & Richard sembra surreale. A cosa serve? Innanzitutto tra Marion e Richard è poco sviluppata e data per scontata, il lettore sa già dalle prime battute come andrà a finire.
Poi una volta messi a confronto con Lynn e Rufus, si produce una serie di reazioni, classiche, che vengono ignorate e su cui i due protagonisti per l’ennesima volta non si confronteranno e qui mi chiedo: che senso abbia tutto questo?

Rufus, un pirata gentiluomo, che per causa di forza maggiore e per salvare la propria famiglia si ritrova prima nell’equipaggio e poi al comando della Siren. Che lotta tra la sua indole buona e giusta e l’essere invece un pò malvagio e disonesto, come prevede il suo ruolo all’interno della comunità piratesca. E fin qui niente da dire. Ma degli altri pirati? Tutti buoni e fedeli? Tutti hanno preso le parti ora del capitano ora del suo avversario e pronti a cambiare bandiera in base a chi pagherà di più? Della loro comunità, della loro vita, si evince poco.
Ed invece conoscerne i meccanismi sarebbe stato molto più interessante.
Ad esempio, nella parte finale della storia Scott Parker interpreta un ruolo importante e affronta un’impresa straordinaria, perché non viene raccontata ma solo accennata, quasi a giustificare le successive decisioni di Rufus?

In Sintesi…

Il vento del destino è un classico romance storico ambientato nel misterioso e affascinante mondo dei pirati.
Una storia molto complessa e con molti personaggi che influenzano il suo corso, portando ora buoni consigli e ora sviluppi inaspettati.
Troppi purtroppo i cliché inseriti sia per descrivere i personaggi che per quanto lo sviluppo delle loro avventure sentimentali, che li rendono freddi e distanti, scene senza pathos ma fin troppo scontate.
Un finale un pò forzato, ma in linea con lo sviluppo della trama.
Una lettura consigliata per chi non ha mai letto un romanzo storico o per chi vuole imparare a conoscere i pirati gentiluomini, cattivi sì ma molto più affascinanti.

3 SUSSURRI DELLE MUSE

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.