Il suono della neve di Alexandra Rose

Il blog ha il piacere di annunciare la pubblicazione del musi romance Il suono della neve di Alexandra Rose.

MaMateMate

Titolo: Il suono della neve
Autrice: Alexandra Rose
Data di Pubblicazione: 31 Maggio 2021
Genere: Music Romance
Prezzi:
eBook 2,99€ / Cartaceo 15,00€ / Kindle Unlimited

Nonostante il suo innato talento, Daisy si è sempre tenuta lontana dai riflettori a causa del suo carattere timido. Nel momento in cui poggia le mani su una tastiera, però, diventa parte della melodia e si spoglia di ogni insicurezza. Sente che tutto sta per cambiare quando la manager dei Poison Dust ascolta la sua esibizione in un pub e le propone un contratto. È l’opportunità per far conoscere al mondo la sua musica, ma è anche l’inizio di qualcosa di più. Scoprirà di dover condividere l’appartamento con l’intera band, compreso il vocalist: Yukine Kimura, dai delicati lineamenti orientali e dall’animo tormentato.
Lei lo detesta da otto anni.
Lui ha promesso di dedicare la sua vita esclusivamente alla musica.
Ma Yukine e Daisy impareranno che il filo rosso del destino è impossibile da spezzare.

Alexandra Rose nasce a Cagliari nel 1991. Appassionata di storie fin da piccola, ha sempre amato creare racconti, complice la sua smisurata fantasia. Crescendo, il suo amore per la lettura e la scrittura si è intrecciato a quello per la biologia. Infatti, consegue una laurea in Tossicologia e successivamente in Neuropsicobiologia all’Università di Cagliari. Nonostante la carriera accademica di stampo scientifico, capisce che la sua vera vocazione sono i libri e dopo alcuni corsi di formazione decide di diventare editor. Ha precedentemente pubblicato con una Casa Editrice e in selfpublishing.

Fu un solo attimo, il tempo di un battito d’ali. Yukine si raddrizzò, girandosi verso l’ingresso. I loro sguardi si allacciarono. Gli occhi neri di lui, lucidi di lacrime, si sgranarono. Le sue labbra si ridussero a un trattino e in un secondo le sue iridi insondabili congelarono qualsiasi traccia di sentimento, riempendosi del consueto disprezzo.
Oh, no.
Daisy si sentì in gabbia. Yukine serrò i pugni, il corpo dritto e teso come una canna di bambù. Avanzò con decisione e spalancò la porta. Daisy fu costretta ad arretrare senza possibilità di fuga, finché la sua schiena cozzò contro il muro del corridoio. Yukine la intrappolò tra sé e la parete fredda, premendo i palmi ai lati della testa di lei. Il suo odore fresco, aspro, la colpì come uno schiaffo. I suoi occhi erano due pozzi profondi.
«Mi dispiace… Non volevo» si affrettò a dire lei. Non aveva paura di Yukine, tuttavia la spaventava il suo silenzio glaciale, quella freddezza in attesa di esplodere in una tempesta di neve per seppellire ogni cosa.

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.