Il conde di Joseph Conrad

Per la serie dedicata ai classici di Leone Editore, ovvero i Leoncini, questo mese la casa editrice ci propone il cortoromanzo Il conde di Joseph Conrad.

Materiale fornito dalla Ce ai fini promozionali

Titolo: Il conde
Autore: Joseph Conrad
Editore: Leone Editore
Collana: Gemme
Data di Pubblicazione: 18 Marzo 2021
Genere: Classic
Pagine: 72
Prezzo: 7,00€

Vedi Napoli e poi muori…

Il Conte protagonista di questo racconto è un anziano nobile innamorato della città di Napoli. Ogni anno, vi passa alcune settimane, per godersi la sua magnifica atmosfera, l’arte, l’architettura, il paesaggio.
Finché, un giorno, non si ritrova vittima di una rapina perpetrata da un esponente della Camorra. L’esperienza, umiliante e inaspettata, lo spingerà ad abbandonare Napoli per sempre.

Joseph Conrad (Berdicev, 3 dicembre 1857 – Bishopsbourne, 3 agosto 1924), pseudonimo anglicizzato di Teodor Józef Konrad Korzeniowski, nasce a BerdiÄev, in Ucraina, nel 1857, da famiglia polacca di antica nobiltà terriera.
Nel 1874, spinto da un’irresistibile vocazione, parte per Marsiglia, dove si imbarca come marinaio.
Nel 1878 passa alla marina mercantile inglese, nella quale raggiunge la qualifica di capitano di lungo corso.
Per quasi vent’anni compie lunghissimi viaggi per mare, soprattutto nell’arcipelago malese e in Africa.
Nel 1896 lascia la marina e si dedica a tempo pieno all’attività letteraria. Considerato uno dei maggiori scrittori moderni, è stato capace – grazie a un ricchissimo linguaggio (e nonostante la lingua inglese fosse la sua terza lingua, dopo quella polacca e quella francese) – di ricreare in maniera magistrale atmosfere esotiche e riflettere i dubbi dell’animo umano nel confronto con terre selvagge.
È universalmente riconosciuto come uno dei grandi maestri della prosa. 

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.