Il chiostro dei dannati di Francesco Merli

Giorno 6 Dicembre è l’ora di aprire la sesta casella dell’immaginario calendario dell’avvento dedicato alla rubrica Special Fairy Days, svelando la nuova uscita di Sága Edizioni: Il chiostro dei dannati di Francesco Merli, una raccolta di racconti horror/ thriller/ gothic.

Nel bosco oscuro non c’è solo una casupola.
I sorrisi nascondono demoni.
Le favole si colorano di sangue.
E l’orrore ha occhi di brace e vi fissa, eruttando streghe come lapilli infiammati, nella cui oscurità vi
accolgono mostri dai ghigni agghiaccianti.
Sarete in grado di alzare il velo che vi separa dall’orrore?
Sarete capaci di sostenere il loro sguardo?
Sedici racconti vi attendono. E non vi lasceranno scampo.

“Il chiostro dei dannati” è il luogo dove si danno appuntamento questi sogni che degenerano e che dimorano un monastero grottesco celato in ognuno di noi, le cui mura trasudano perdizione, confusione e smarrimento totale.

Francesco Merli è nato e vive a Roma.
È stato un militare ed ex allievo maresciallo presso l’accademia sottufficiali dell’arma dei
carabinieri, un personal trainer in centri sportivi e ancor prima istruttore di nuoto e cuoco
presso ristoranti d’alta cucina.

È altresì un grande sportivo, amante e praticante di molte discipline fra le quali nuoto, pugilato,
equitazione e di tutto il mondo del fitness con le sue innumerevoli sfaccettature.
Ad oggi è un attore diplomato presso un’accademia d’arte drammatica di Roma, si è
specializzato, poi, in recitazione cinematografica al Centro Sperimentale di Cinematografia
presso la sede nella medesima città. Da poco si è lanciato nel mondo della radio come
conduttore radiofonico e studia doppiaggio.

È l’autore di canzoni, poesie, testi teatrali dei quali è anche interprete e di alcuni romanzi di
vario genere, uno dei quali tradotto anche in lingua inglese. Gestisce altresì delle pagine sui
diversi canali social con lo pseudonimo “Piumenere” inerenti l’arte in generale e dove pubblica
materiali audio/video di diverso genere.
Non si classifica ancora, come autore, in un determinato genere letterario ma piuttosto è solito
autodefinirsi uno scrittore davvero atipico e variopinto, sempre alla ricerca di nuovi stimoli,
nuove forme di espressione e aperto a una sperimentazione in continuo essere.

“Sogno più grande? Comunicare, esprimermi al massimo e riuscire a far emozionare il prossimo
lasciandolo affacciare su quel mondo che celo chiuso a chiave dentro di me, che sento scalpitare
sempre più e che trova spazio, in misura maggiore rispetto alle altre, attraverso la stilografica e i
fogli di carta.”

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Buona lettura!

Materiale fornito dalla CE ai fini promozionali.

Leave a comment…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.