LOADING

Type to search

Eventi Libri Recensioni Review Tour Self Publishing

I caffè della libertà di Silvia Ceriegi

Carissimi amici e lettori, concludiamo il mese di Settembre con un caffè ed un evento dedicato al libro di Silvia. Siete curiosi vero? Allora vi lascio immediatamente alla mia recensione e come sempre vi ricordo che le recensioni sono diverse e di leggere anche quelle delle mie colleghe blogger. Buona lettura!

Copia digitale fornita dall’Autrice ai fini promozionali
Scheda Tecnica del Libro: 📑📑📑
  • Titolo: I caffè della libertà
  • Autrice: Silvia Ceriegi
  • Editore: Self Publishing
  • Data di Pubblicazione: 3 Settembre 2019
  • Pagine: 64
  • Genere: Lifestyle
  • Disponibilità: Amazon
Trama del Libro: 📚📚📚

“I caffè della libertà” è il libro per chi vuole cambiare. È la mia storia, il racconto – intervallato da qualche tazza di caffè – di come ho lasciato un impiego pubblico per fare la blogger.
La blogger. Io. Che ho quarant’anni, un marito, due figli. Che sono bassa e non magra. La blogger. Io. Che mi sono attaccata al progetto del mio blog con tutta me stessa, perché era ciò che amavo fare e ho voluto trasformarlo in lavoro a tempo pieno. Con partita iva.
Mi chiamo Silvia Ceriegi e faccio la blogger come libera professionista. Lavoro meno e guadagno di più di quando ero dipendente pubblico. Adesso decido io quando e come lavorare. Trascorro tanto tempo al bar, perché è lì che prendo ispirazioni per i miei articoli e per nuovi progetti.

Recensione del Blog: 🖋 📝 💻

A chi non piacerebbe lavorare prendendo un caffè al bar? Credo a tutti! Ma non sempre è possibile, anzi forse sono pochissimi i professionisti che possono permettersi di lavorare comodamente seduti al tavolino di un bar con accanto una tazza di un buon espresso.

In un mondo in cui tutto è online, ci sono nuove professioni che hanno necessariamente bisogno di un pc o smartphone e una connessione veloce ad internet per essere intraprese. Ovviamente un lavoro del genere necessita anche di tantissime conoscenze, di capacità organizzative, di capacità di comunicazione e di preparazione anche se non sembra.

E così Silvia ci racconta la sua esperienza nell’avventurarsi in una nuova professione. Nata dalla volontà di creare un sito che rispondesse alle sue esigenze personali, che avesse quello che in altri siti simili mancava e che potesse anche rispecchiare la sua personalità.
Ci parla della sua svolta, quella di mollare il suo lavoro e trasformare la sua passione nella sua professione.
Tra un caffè ed un altro, progetta la sua nuova attività imprenditoriale, studia la concorrenza e propone qualcosa che sia veramente originale.
Passo dopo passo, il cammino è duro, fa breccia nella rete e inizia a farsi notare. E prende il via la sua attività.

A queste peripezie non mancano i doveri di moglie, madre e di donna di casa. Non può esimersi e quindi deve necessariamente incastrare tutto: le pulizie, la preparazione dei pasti, l’occuparsi dei figli e del marito e come solo una donna sa fare, riesce anche in questo.
Pensate che sia più facile auto gestirsi tutto il mallopo? Io personalmente credo di no. È difficile darsi degli orari in casa e “staccare” all’ora stabilita di fare una cosa per iniziare a farne un’altra. Perché? Semplice, perché scatta la molla e devi necessariamente terminare quello che hai iniziato prima di pensare ad altro.

Che cosa ne penso di questo libro? Sono assolutamente d’accordo con l’autrice su due punti essenziali: passare molto tempo al bar per osservare la gente e progettare il proprio lavoro- piace anche a me – e scrivere nel blog quello che ci piacerebbe trovarvi se fossimo noi dei visitatori del nostro stesso blog.
Per il resto?
Mi sarebbe piaciuto di più leggere di come siano arrivate le prime proposte da parte delle aziende che le hanno commissionato dei lavori, come proporsi e farsi conoscere ai possibili clienti offrendo quello che non si trova dalla concorrenza, dare dei consigli pratici e veloci per monetizzare o per spiegare come si avvia tutto il processo che trasforma un blog amatoriale in un’attività lavorativa remunerativa.
Questo manca. O meglio è accennato alla fine del libro, però in maniera molto fredda e impersonale, spezzando di netto quell’impronta colloquiale, amichevole, discorsivo, fresco e frizzante che aveva dato input al libro, trasformandosi in un anonimo articolo di blog tra i tanti sparsi in rete e non nell’articolo di blog di Silvia.

Una lettura che può aiutare i neofiti del campo all’approccio al blogging e ai suoi meccanismi.

Non perdetevi tutte le altre recensioni!

Buona lettura a tutti. Vi aspetto alla prossima!

Tags:

You Might also Like

1 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.