Headlong. Una caduta rovinosa di Cynthia Harrod – Eagles

Carissimi amici e lettori, che ne dite di leggere una mia nuova review oggi? Per voi ho scelto il thriller Headlog. Una caduta rovinosa di Cynthia Harrod – Eagles per Golem Edizioni, che trovate in libreria e negli store online. Voi l’avete letto? Cosa ne pensate? Buona lettura!

Copia ARC fornita dalla CE ai fini promozionali

Quando uno dei migliori agenti letterari di Londra viene trovato morto, in seguito alla caduta dalla finestra del suo ufficio, l’ispettore capo Bill Slider viene messo sotto pressione dal comandante del distretto affinché dimostri che si è trattata di una morte accidentale. 
Ma nel corso delle indagini, Slider e la sua squadra portano alla luce scandalosi segreti dal passato del garbato e potente Ed Wiseman.
Una moglie amareggiata.
Un’amante messa in disparte.
Un futuro autore frustrato.
Un ex dipendente insoddisfatto. In molti sembrano avere un motivo per serbare rancore nei confronti del compianto agente.
Ma chi ne era tanto contrariato da ucciderlo?
Le piste si ingarbugliano e portano solo a ulteriori domande.
Ad aggiungere mistero contribuisce la sfuggevole Calliope Hunt. 

Chi è? E qual è il suo legame nella catena degli eventi?

Il cadavere di un uomo viene ritrovato in un cantiere edile.
Le autorità accorrono e sembra che sia un incidente.
Però qualcosa non torna. Possibile che la vittima non avesse nemici? Che fosse amato e benvoluto da tutti, ricco e soddisfatto professionalmente, circondato da belle donne e abbia deciso di togliersi la vita?
Tutto troppo perfetto per non indagare sulla prematura scomparsa di Ed Wiseman.
E Bill Slider vuole scoprire la verità, per la vittima e per se stesso.

Come in Assassinio sull’Orient Express di Agatha Christie, anche in questo romanzo sembra che non ci sia nessuno che voglia morto Ed Wiseman o che abbia un motivo per toglierlo prematuramente dalla circolazione.

Ha un lavoro ben avviato.
Ha donne che lo adorano e che lo venerano e gli uomini sono suoi amici.
Ha amici sinceri.
Ha collaboratori fidati.
Ha ex compagne che sono diventate amiche alla fine della loro relazione.
Ha tutto.
Allora la sua morte è stato solo un incidente?

Man mano che Bill Slider e i suoi collegati fanno domande, le risposte però riportano una realtà diversa. Si svelano le invidie. Si fanno avanti i rancori. E tutto si offusca. E l’incidente si trasforma in altro.

Chi è stato?

L’autrice riesce a descrive i vari passaggi con molta fluidità, descrivendo le varie procedure della polizia, la nascita e la morte delle varie ipotesi, i collegamenti fra le varie testimonianze.
E man mano che la storia va avanti, anche il lettore inizia a fare ipotesi e a scartare i nomi dei sospettati, chiedendosi quanto sia pericolosa la vita di un agente letterario.

A parte alcuni momenti in cui sembra che la narrazione sembri in stallo, e i personaggi ripetono sempre le stesse azioni, senza guardare alle altre opzioni che hanno a disposizione e che ignorano volutamente, la lettura è appassionante e ben sviluppata, lasciando aperti vari finali possibili e solamente chi sarà più attento arriverà ad incastrare il colpevole prima di Bill Slider.

Tre i dettagli che sono stati trascurati nel corso delle indagini, la cui omissione però riescono a svelare al lettore chi possa essere il colpevole… ma non posso svelarvi quali sono, anzi vi invito a leggere il romanzo per trovarli anche voi.
Una bella storia per apprezzare l’autrice e i suoi scritti.

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Alla prossima review!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.