Erik Facchetti torna con il suo originale e inaspettato Mondo Di Sotto, protagonista della sua prima opera Vivissime Condoglianze (Leone Editore, 2018). In Habemus Mortuus ritroviamo i tratti caratteristici dell’autore, che permettono di trattare temi delicati con ironia e profondità al tempo
stesso. Il messaggio principale di questo breve romanzo è insolito: la morte non è la fine di qualcosa ma un nuovo punto di partenza per un’avventura sconosciuta. Un piccolo geniale capolavoro!

La Morte ha deciso: appenderà la falce al chiodo per sempre.
Potrà il Mondo Di Sotto fare a meno di lei?

Materiale fornito dalla CE ai fini promozionali
  • Titolo: Habemus Mortuus
  • Autore: Erik Facchetti
  • Editore: BookRoad Editore
  • Data di Pubblicazione: 23 Gennaio 2020
  • Genere: Romanzo
  • Pagine: 144
  • Prezzo: 12,90€
  • Disponibilità: BookRoad Editore & Amazon
Jetpack

Esse Effe e l’imprenditore Tommaso Baldi si ritrovano a viaggiare verso la dimora della Morte per convincerla a non gettare la scure.
Nel loro viaggio a Mondo Di Sotto, si scontreranno con un vero e proprio paradosso: la vita nel mondo dei morti.
In questa versione dell’Aldilà così poco convenzionale, è possibile andare in un centro estetico per zombi, riabbracciare i parenti defunti, studiare Filosofia della morte, atterrare nell’aeromorto del Dipartimento di Mediazione Mortuaria o festeggiare il gran gala del 2 novembre in compagnia di Iginus Davies, maggior morto del conte Mezzabile.
Ma non finisce qui, perché il Mondo Di Sotto consente al neomorto di provare anche l’esperienza più terrificante di tutte: incontrare la Morte in persona.

Eleganti piume di uccello le incoronavano il capo.
Era inquietante e tutta tatuata, a giudicare dalla pelle che si scorgeva negli spazi scoperti dal velo.
Mi sentii oppresso per un brevissimo istante, ma la sensazione passò.
La Morte era lì, davanti a noi, in carne e ossa, in tutta la sua brutale bellezza.
La Morte, che i vivi cercano di scacciare in ogni modo, a cui viene fatta una guerra mediatica senza comprendere la sua importanza e il ruolo che essa occupa nell’ordine delle cose.

Erik Facchetti è nato nel 1986 a Brescia e vive a Lumezzane con il suo cincillà. Dopo il liceo e la laurea in Infermieristica, ha cominciato a lavorare per gli Ospedali Civili di Brescia. Fin dall’infanzia ha scritto storie di genere fantastico e nel tempo libero ama leggere, nuotare e recarsi in campagna, nel totale relax. Ha esordito con Vivissime condoglianze, pubblicato da Leone Editore nel 2018.

Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close