Golem Edizioni: uscite luglio 2021

Carissimi amici e lettori, oggi per voi tutte le uscite di Luglio 2021 firmate Golem Edizioni. Quale vi piace di più?

1958. C’era una volta in Almeria di Massimo Moscati.
Massimo Rinaldi è un editor quarantenne e solitario che lavora alle Edizioni Moderne Internazionali, una casa editrice nella Milano del 1958 che pubblica romanzi popolari.
La vita si svolge monotona, le aspirazioni professionali di Rinaldi sono costantemente soffocate dal suo editore, l’arrogante conte Sarfatti. Fino al giorno in cui, per una serie di circostanze, il nostro protagonista viene ingaggiato come sceneggiatore da una società romana per scrivere la storia di un western di produzione italo-spagnola. Rinaldi si mette in aspettativa dal suo lavoro editoriale e, insieme ad altri due compagni di avventura (il regista Sergio Cleonte e il critico cinematografico Dario Cristallo), raggiunge Almeria, in Spagna, per seguire le riprese del film.
La vicenda prende un risvolto inaspettato quando un produttore americano che ha costruito una sorta di Hollywood a Madrid, con il sostegno di Francisco Franco in persona, invita Rinaldi a lavorare per lui a quello che ritiene il film del secolo.
Un progetto che vede i tre italiani catapultati in una straordinaria avventura professionale: la realizzazione, in Europa, del primo kolossal mai prodotto stracolmo di effetti speciali sulle gesta di un supereroe, American Warrior. Ma in questa parentesi di vita di Rinaldi fa la sua comparsa anche la misteriosa Silvia, che deve riuscire a lasciare la Spagna per sfuggire alla dittatura franchista. Prefazione di Steve della Casa.

Vestita di buio di Annalisa Molaschi.

Tre donne vincolate ai propri ruoli. Una moglie, un’amante e una ragazzina sono oggetto degli istinti spudorati di Giulio, bugiardo patologico, agevolato da una società arretrata.
Gemma, all’oscuro della passione travolgente tra la sua migliore amica Anna e il marito, si rassegna alle insoddisfazioni dovute al difficile rapporto con Giulio.
Un fatto rivoltante irromperà nelle loro vite, trascinando via legami e certezze.
Sullo sfondo, il gelido inverno del ’55 investe la piccola città sul fiume in cui ogni azione è osservata dagli occhi indiscreti della gente.

Tappi di sughero di Roberto Marazzi.

Qualche volta divertenti e leggere, qualche volta ciniche e cattive, sempre in bilico tra surrealtà e ricordi da tutti già vissuti, sensazioni da tutti, magari di nascosto e con vergogna, già provate. Storie da leggere tutte insieme, d’un fiato, o poco per volta, una per una.

Amélie di Massimiliano De Somma.

Cosa accade in una seduta di psicoterapia? Come e perché si va in terapia? Cosa si dice allo psicoterapeuta e cosa risponde lui? Serve veramente?
A queste e ad altre domande risponde Amélie, nome di fantasia ma protagonista reale di questo viaggio interiore che, attraverso centinaia di email scritte al suo terapeuta durante il suo percorso di crescita e consapevolezza, descrive una storia di ansie e paure, di giovane studentessa alle prese con esami e professori, di relazioni sentimentali omosessuali, di amicizie vere e di convenienza, di dinamiche familiari conflittuali di rifiuto e svalutazione reciproca.
Come un romanzo, suggerendo libri da leggere, film da vedere e musica da ascoltare, racconta quattro anni della propria esistenza fino ad arrivare a un colpo di scena finale, la scoperta di un segreto di famiglia, che non metterà fine al suo viaggio, dandole invece l’opportunità di aprirlo verso altri orizzonti e a sempre nuove e continue scelte, così come è la vita.

Sostieni il blog! ⬇️⬇️⬇️

Buona lettura!

Materiale fornito dalla CE ai fini promozionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.