Cronache quotidiane di Giuseppe di Matteo

Il ritorno in libreria di Giuseppe Di Matteo, che dopo Frammenti di un precario ci propone la sua personale visione delle Cronache quotidiane, per Les Flâneurs Edizioni.

Jetpack

Il giornalista barese ritorna in libreria con una nuova raccolta poetica dal titolo Cronache quotidiane. Argomento quanto mai attuale: il Coronavirus e come e se ci ha cambiati nelle nostre abitudini e negli atteggiamenti. L’autore con la sagacia che lo contraddistingue e con l’utilizzo degli inseparabili “frammenti” si chiede soprattutto se davvero il distanziamento sociale ci ha resi delle persone migliori. La risposta è contenuta nelle sue
nuovissime 100 pagine che vantano la prefazione di Annibale Gagliani che definisce Giuseppe Di Matteo “Un giornalista maturo. Indubitabilmente un libraio mancato. Sicuramente un poeta vero. Il binomio con Les Flâneurs funziona, uno dei rari casi in cui la casa editrice e l’autore parlano lo stesso linguaggio, badando al sodo dell’intelletto. Questo nuovo lavoro, rigorosamente viscerale, ne è la controprova”.
Pronti a leggere queste “Cronache quotidiane”? Perché come dichiara Darwin Pastorin in postfazione «E poi rileggete ancora. Non vi stancherete mai. Perché ci siete voi, ci siamo tutti noi in questi limpidi e taglienti versi».

Materiale fornito dalla CE ai fini promozionali

Titolo: Cronache quotidiane
Autore: Giuseppe Di Matteo
Editore: Las Flâneurs Edizioni
Collana: Rive Gauche
Genere: Poetry
Pagine: 100
Prezzo: 10,00€
Disponibilità: Amazon

L’emergenza Coronavirus ci ha costretti a restare a casa e a cambiare
radicalmente le nostre abitudini. In tanti, com’era prevedibile, hanno cominciato a rimpiangere la loro vita (e il mondo) di prima. Ma si stava davvero meglio? E in che modo la quarantena forzata ci ha cambiati? Giuseppe Di Matteo prova a entrare nelle viscere del Belpaese e a raccontare ciò che vede lasciandosi guidare dalla scia dei suoi
frammenti, strumento di cui da tempo non riesce più a fare a meno. E già prima della fine del viaggio si materializza un inquietante interrogativo: ne usciremo davvero migliori?

Giuseppe Di Matteo (Bari, 1983), giornalista professionista, ha lavorato per vari quotidiani e testate tra i quali Il Giorno e Telenorba. Attualmente collabora con La Gazzetta del Mezzogiorno e con Basilicata 24 dove si occupa di cultura e recensioni di libri.
Nel 2019 ha pubblicato la raccolta di poesie Frammenti di un precario. La sua passione smisurata per i libri lo ha spinto a iniziare l’avventura di Librincircolo.

Buona lettura!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.