Cosa mi tiene sveglio di Massimiliano Pietroforte

Cosa mi tiene sveglio di Massimiliano Pietroforte: la fragilità, i deliri di onnipotenza, le manie di protagonismo e una sottile e malinconica tristezza lo spingono a sentirsi sempre inadeguato rispetto al mondo che lo circonda.
La scrittura diventa così l’ultima cosa alla quale aggrapparsi per raggiungere la consapevolezza di sé, in un mondo ricco di luci artificiali, strade inesistenti, amici mai incontrati e donne mai possedute.

Materiale fornito dalla CE ai fini promozionali

Titolo: Cosa mi tiene sveglio
Autore: Massimiliano Pietroforte
Editore: BookRoad Editore
Data di Pubblicazione: 22 Ottobre 2020
Genere: Novel
Pagine: 112
Prezzo: 12,90€

Un uomo solo in una stanza decide di abbandonarsi a un’analisi introspettiva della propria vita.

Spinto da un senso di inquietudine, il protagonista ripercorre il proprio passato scrivendo un racconto attraverso il quale può affrontare fantasmi e mostri che aveva nascosto negli angoli più oscuri della sua mente.

Questi mostri sono l’emblema di paure infantili mai sconfitte, ancora così vive da tentare di divorarlo perfino da adulto.

Un passato tormentato che torna a bussare alla porta di un presente incerto.

Massimiliano Pietroforte nasce ad Acquaviva delle Fonti il 22 settembre 1994.
Dopo aver frequentato il liceo scientifico, si laurea in Lettere moderne, e attualmente frequenta la Sapienza di Roma per conseguire la laurea magistrale in Filologia moderna.
Cosa mi tiene sveglio (2020) è il suo esordio per BookRoad.

Buona lettura!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.