Mille fiori dorati sul mare tranquillo di Shanmei

Carissimi lettori, buon inizio di giornata. Torniamo a parlare di libri e di preciso di un racconto fantasy ambientato nei mari della Cina.

Dal Comunicato Stampa:

Ambientazione: 

Hong Kong, colonia inglese ai margini della Cina imperiale, metà Ottocento. La scena si svolge tra l’isola, la terra ferma e il mare. Dopo “Il Fermaglio di Giada”, e “Le Diecimila Lame della Vendetta” un nuovo racconto dell’Antica Cina, tra storia e suggestioni fantasy.

Interessante no? Di seguito potete leggere la scheda tecnica e la trama.

  • Titolo: Mille fiori dorati sul mare tranquillo
  • Autrice: Shanmei
  • Editore: Self Publishing
  • Genere: Fantasy / Racconto breve
  • Prezzo:
    • e – Book 2,99 €
    • Kindle Unlimited: Gratis
  • Disponibilità: Amazon

A volte gli dei passeggiano tra gli uomini, sotto mentite spoglie. Può succedere che Houyi, il dio dell’arco, sceso dal Paradiso sulla terra per aiutare il genere umano, prenda le sembianze di un vecchio cantastorie cieco. E può succedere che un’ eroina cinese che pratica le arti marziali, saggia e coraggiosa, ma sventata, si dimentichi di una promessa. La storia che leggerete è la loro storia, ma ci saranno anche pirati, un carico d’oppio maledetto, commercianti inglesi malvagi, un pescatore, una strega, tifoni, e tanta magia, insomma tutto il meglio del fantasy cinese.

Sono nata a Milano alla fine degli anni ’60. Dopo studi universitari, ho iniziato a occuparmi di libri e editoria. Dal 2010 pubblico in antologie varie racconti surreali, buffi, un po’ pop. Ho scritto poi negli anni novellette, romanzi e racconti (specialmente flash fiction) ancora inediti e alcuni in via di traduzione

 

Hong Kong, tardo aprile 1852

La giunca si muoveva silenziosa sull’acqua grigia e densa, ostile come un cattivo presagio, mentre una pioggerellina sottile cadeva lieve da un cielo basso e striato di nero.
La sera stava scivolando lentamente nella notte.
L’aria umida era satura di odori pungenti e speziati, tipici di quella stagione dell’anno.
Le vele della giunca, tese dal vento primaverile, erano di un vivace color carminio, che risaltava come una macchia di sangue nell’orizzonte brumoso.
La prua appuntita della giunca era diretta verso il largo, ormai fuori dal porto e dall’affollamento di navi, giunche e scialuppe. Il vento si stava alzando, anche se non sembrava minaccioso. Non erano previsti tifoni quella notte, e i vecchi marinai se lo sentivano nelle ossa il loro arrivo. E non sbagliavano quasi mai.

Sito del libro o dell’autore: https://iraccontidishanmei.wordpress.com/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Shanmei-175021610997/

Gruppo Facebook: I lettori di Shanmei

You may also like...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.