Drago: fuoco di Russia #3 di Amélie

E con questo libro, Amélie conclude la trilogia Fuoco di Russia, che il blog ha avuto piacere di leggere e recensire. Che cosa ci ha riservato l’autrice per i due protagonisti Ruslan e Zara? Per scoprirlo l’unica soluzione è leggere i libro e spero che la mia recensione vi possa stuzzicare a iniziare immediatamente la lettura.

Prodotto fornito dall’Autrice ai fini promozionali
  • Titolo: Drago
  • Autrice: Amélie
  • Serie: Fuoco di Russia #3
  • Editore: Self Publishing
  • Data di Pubblicazione: Novembre 2018
  • Genere: Dark /Erotic Romance
  • Prezzo:
    • e – Book 2,99 €
    • Kindle Unlimited Gratis
  • Disponibilità: Amazon

Odio: è questo il motore della mia esistenza. Odio mio fratello, Kirill e la famiglia Isakov. Odio il mondo intero, che è più felice di me; il destino, che mi ha reso il bersaglio dei suoi scherzi crudeli; questa maledetta villa, che continua a essere testimone delle mie tragedie.

Odio me stessa, perché non ho mai capito che razza di mostro fosse Jurij Kozlov, l’unica persona che abbia mai amato davvero. Mi sono sottomessa a mio marito per lui. Ho versato fiumi di lacrime per migliorare le sue condizioni. Ho attraversato l’inferno scalza e nuda per salvarlo. Sacrifici inutili, perché Jurij non li meritava.

Odio anche Ruslan, il diavolo dalle mille maschere che ha ridotto in cenere la mia vita, il cobra reale che ha avvelenato il mio sangue, l’uomo spietato che mi ha ricattato, derubato, marchiato come se fossi un animale, violentato nel corpo e nello spirito.

Nonostante questo, il mio odio per lui passa in secondo piano quando mi venera con il suo tocco, mi conquista con il suo sguardo, mi ammalia con la sua voce e le sue movenze. E quando mi difende dai miei nemici, punendoli come se fossero i suoi, il mio cuore batte forte per lui. Ho paura di ciò che provo nei suoi confronti, quindi cerco di respingerlo con forza e quando il destino si serve di suo padre per colpirlo con una terribile verità rimasta sepolta per anni, decido di approfittarne per vendicarmi, nella speranza di restituirgli almeno una parte del dolore che ha inflitto a me.

Ci riesco, ma non per molto, perché il destino gioca di nuovo con la vita di Ruslan e lo fa nel modo peggiore. Un modo che sollecita la mia coscienza, costringendomi a rimanere al suo fianco. Stavolta sono io a proporre al diavolo un patto molto chiaro, che alla fine mi restituirà la vera libertà, quella che ho perso proprio a causa sua. Sono una piccola libellula che aspira a diventare un drago dalle ali maestose e a spiccare il volo. Questo patto è la strada verso il cielo… Tuttavia, appena mio marito e io lo sigliamo, capisco di aver firmato la mia condanna.

Drago è il volume conclusivo della trilogia Fuoco di Russia, iniziata con Cobra e proseguita con Libellula.

E siamo arrivati alla fine di una trilogia che ci ha lasciati con il fiato sospeso. Colpi di scena a non finire, personaggi misteriosi e inquietanti, traditori e malvagi ma anche con indosso una maschera che ormai non possono più mettersi di indossare: sono arrivati al capolinea ed è ora di tirare le somme delle loro azioni.

Libellula si era concluso con l’ennessima sconcertante verità gravante sulle esile e fragili spalle di Zara, donna altruista e dolce cui la vita ha imposto delle prove durissime, prove che vanno al di là dell’umana comprensione, vittima della crudeltà gratuita di persone a lei care e per le quali ha sacrificato la sua dignità facendo il patto con il diavolo in persona.

In Drago sicuramente non mancano i colpi di scena. Già dalla prime pagine Zara è messa di fronte all’orribile verità che ha segnato tutta la sua vita e Ruslan si ritrova a fare i conti con la natura del padre, che per quanto bene potesse conoscerlo, gli ha sempre nascosto fatti importanti e in qualche modo l’ha manipolato a suo piacimento.

Vedremo un Ruslan che non conosciamo, un uomo sconfitto, un uomo che deve comprendere la sua indole e discernere ricordi dimenticati. I rimorsi o porteranno ad un comportamento da… possiamo definirlo debole? Io direi umano. E Zara? 

La nostra protagonista per l’ennesima volta vivrà le pene dell’inferno e sarà tradita. Non Ruslan o il fratello, ma comunque da due personaggi che credeva “amici”. Come sempre lotterà e non si arrenderà e mostrerà la sua forza, il suo coraggio e soprattutto il suo cuore e la sua luce interiore, che niente e nessuno può spegnere.

In un momento in cui per lei sarebbe stato facile vendicarsi e nel più crudele dei modi, Zara torna ad amare, a risorgere e ad essere solo se stessa.

È facile pensare, sbagliando, che l’autrice abbia voluto forzare un liete fine in questa storia, ma chi afferma questo allora non ha capito niente dei libri e soprattutto ha letto superficialmente. In ogni libro i protagonisti sono ben delineati, anche se ci vengono presentati in un determinato modo, ci sono poi degli elementi descrittivi, delle frasi o dei comportamenti che danno l’incipit per il loro evolversi durante lo svolgimento di tutta la storia, fino ad arrivare a mostrare il loro vero carattere nel capitolo conclusivo.

Tante sono le cose che ho apprezzato della scrittura di Amélie. Innanzitutto la coerenza narrativa. Come ho accennato prima è riuscita a dare un’impostazione iniziale della storia e dei personaggi e man mano che l’intreccio andava avanti ogni elemento era ben sviluppato. La fluidità del linguaggio e la capacità di far parlare i suoi personaggi. Sebbene la narrazione sia a POV in prima persona alternati, cosa che molto spesso a meno non piace, l’autrice ha la capacità di concentrarsi su quegli elementi essenziali che coinvolgono il lettore tenendolo incollato alle pagine, non lo distraggono da tutto il contesto e creano una profonda empatia con i personaggi. In Drago riusciamo anche a leggere i punti di vista dei congiunti di Ruslan con interessanti scoperte.

Fino alle ultime pagine, Amélie riesce a tenerci con il fiato sospeso, facendoci credere cosa accadrà nelle pagine successive per poi invece stupirci con l’ennesimo colpo di scena, per un lieto fine a cui non abbiamo pensato. 

E allora non mi resta che consigliarvi la lettura di tutta la trilogia Fuoco di Russia!

Clicca sui pulsanti di seguito per leggere le recensioni degli altri libri di Amélie.

You may also like...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.